Oggi e' 24.11.2014
Sei qui: Home arrow Chi Siamo
VerdeBinario PDF Stampa E-mail

Il 19 Dicembre del 2002, una soleggiata mattina invernale, cinque ragazzi si danno appuntamento per creare una associazione culturale chiamata Verdebinario.


Il nome è molto semplice ed è stato ispirato da due principali motivazioni:

Verde, per il desiderio di stravolgere e correggere il rapporto dell'uomo con la natura.
Attraverso una progettualità basata sulla comunicazione culturale e ambientale, si vuole promuovere la ricerca e l'innovazione tecnologica che contribuiscono alla costruzione di una globalizzazione umana, solidale e realmente sicura.

Binario, come la più piccola unità di informazione ( il bit ) su un computer.
Proprio quelle macchine che rappresentano più di ogni altra l'evoluzione scientifica e tecnologica della recente storia dell'umanità.
 
L'attenzione è rivolta al recupero, ripristino e riuso del materiale hardware, elettrico ed elettronico obsoleto, dismesso e da rottamare che rappresenta la nuova tipologia di rifiuti generata dalla società tecnologica della nostro tempo.
Il fulcro dell’attività di VerdeBinario è la realizzazione del progetto: Museo Interattivo di Archeologia Informatica.

Fino ad ora l’associazione ha ricevuto in donazione materiale hardware dismesso, perché obsoleto o semi-funzionante, con relativi manuali e bibliografie, da parte del ex Centro di Calcolo (ora Area Informatica) e da altre strutture dell’Università della Calabria, da diversi enti pubblici e privati, e molti altri pezzi sono stati donati da singole persone.
Inoltre l’associazione è in contatto con collezionisti che hanno nelle proprie case piccole raccolte di hardware di interesse storico. 

Ma, poiché del computer non si butta via niente...  Tutto ciò che è funzionante e non rientra nell’allestimento del museo viene ripristinato con l'ausilio di software Open Source in modo da essere utilizzato per diversi scopi, così i computer o monitor vengono a loro volta donati a chi ne ha bisogno.

Presso la nostra sede operativa, sita in via Accattatis 4 a Cosenza, è stato realizzato il primo allestimento del nostro Museo Interattivo di Archeologia Informatica (l'esposizione può essere visitata su prenotazione, scrivendo a ).

Nella stessa sede, abbiamo messo su una sala corsi, un angolo-laboratorio per la fase di testing e di ripristino dei materiali hardware e software, una stanza magazzino per custodire i materiali puliti, sistemati e catalogati ed un ufficio per l’organizzazione delle attività culturali dell’Associazione.

...passate a trovarci! ci trovate certamente in sede ogni Mercoledi dalle 19 alle 21