Oggi e' 31.10.2014
Sei qui: Home arrow Notizie arrow Carovana Antimafia 2008
Carovana Antimafia 2008 PDF Stampa E-mail
girl lookingLunedi 17 Novembre 2008

Verde Binario è invitata a contribuire alla “Carovana Antimafia - Diritto al Sapere e alla Libera Informazione” promossa dall'Associazione Libera in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato della Provincia di Cosenza, il comitato provinciale dell'ARCI e con il patrocinio della Città di Cosenza.

L'associazione interverrà al dibattito conclusivo con un intervento sulle opportunità che il Software Libero apre dal punto di vista legale, civico ed etico.



Interventi:


Davide BrunoCoordinatore commissione etica d'impresa e legalità (Confindustria di Cosenza)
Davide PatiAssociazione Libera
Francesco De FrancescoAssociazione Verde Binario
Gabriella DraganiARCI Provinciale di Cosenza

In collaborazione con Confindustria Cosenza, CGIL Cosenza, Unione degli Universitari, Unione degli Studenti

sarà possibile seguire l'iniziativa in diretta radiofonica su Radio Ciroma - 105.700 FM

scarica il documento (lo trovi sul sito di CSV)

scarica la locandina dell'iniziativa

La Carovana antimafie è un’iniziativa organizzata da Libera, Arci e Avviso Pubblico, un lungo viaggio di oltre due mesi, circa 100 tappe che toccheranno tutte le Regioni d’Italia con appuntamenti itineranti, volti a sensibilizzare la cittadinanza sul tema della lotta alle mafie, sulla sicurezza sul lavoro e la lotta a qualsiasi forma di razzismo con modalità di coinvolgimento diverse. Quest’anno la Carovana Nazionale antimafia sarà dedicata al 60° anniversario della Costituzione e della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo. La carovana è divisa in tappe e prevede animazioni, artisti di strada e giovani freestylers, testimonianze di realtà lavorative nate su beni confiscati e lettura di stralci di libri e di articoli sulla mafia.

Per la tappa di Cosenza il ritrovo è previsto alle ore ore 9,00 presso piazza Bilotti. A seguire la manifestazione “Sapere e Informazione. Diritto al sapere e alla libera informazione” con interventi, animazione, stands associazioni e musica fino alla tappa finale presso il Cinema Teatro Italia "Aroldo Tieri".

"Combattere le mafie è anche riaffermare i diritti dei più deboli, di chi è costretto ad occuparsi solo dei propri bisogni, ma anche puntare il dito contro il degrado morale delle classi abbienti" dice con forza don Ciotti, Presidente di Libera. "Per dare lavoro onesto a chi si impegna nelle cooperative sui beni confiscati, per dare speranze a chi cerca giustizia, ai familiari delle vittime, agli imprenditori vittime del racket. Per seminare la legalità, fino al 12 dicembre a Ragusa, con la chiusura nazionale della Carovana".
< Prec.   Succ. >